La quarta edizione del premio Smart Communities ha premiato 11 progetti di sviluppo di città intelligenti, sui 42 finalisti in gara, e sei progetti più innovativi in ambito e-government. Eccoli in dettaglio.

Nell’ambito della seconda giornata di Smau, durante l’evento dal titolo  “Smart Communities e Social Innovation come motore di sviluppo del territorio. Premio Smart Communities e Premio eGovernment: i campioni del riuso”, sono stati consegnati i premi agli 11 migliori progetti di sviluppo di città intelligenti, sui 42 finalisti in gara, e ai 6 progetti più innovativi in ambito e-government, sui 24 progetti finalisti.

Hanno ricevuto il premio Smart Communities il Comune di Bari, l’Asl di Viterbo, Roma Capitale,  i Comuni Torri di Quartesolo e Comune di Carmignano di Brenta, l’ Istituto di BioRobotica - Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, il Comune di Crema, il Comune di Pisa, il Comune di Lumezzane, il Comune di Sesto San Giovanni, la Camera di Commercio di Lecco e Regione Lombardia. 

Il premio e-Government è andato invece al Comune di Riva del Garda e al Consorzio dei Comuni Trentini, al Comune di Salerno, al Comune di Viadana (MN), al Consorzio ZAI Verona e alla Regione Umbria, alla Regione Sardegna e alla Regione Toscana.

Il Convegno che ha fatto da cornice alla premiazione ha rappresentato un momento di confronto sulla necessità di trovare un nuovo assetto, sostenibile anche dal punto di vista economico, che veda i Comuni protagonisti attivi nell’erogazione di servizi tradizionali ed innovativi ai cittadini e alle piccole e medie imprese, anche in logica Smart City e Smart Communities.

Comune di Bari - Il progetto ha previsto lo sviluppo di un nuovo sistema informativo per la gestione della mobilità sostenibile in ambito urbano. Oltre al portale web, sono state sviluppate delle “app” per smartphone che consentono al cittadino di conoscere in tempo reale la condizione del traffico in città e i tempi di attesa dei mezzi pubblici ad una fermata. L’app infine rappresenta un vero e proprio canale di comunicazione con i cittadini, consentendo di diffondere in tempo reale e in maniera rapida, comunicazioni importanti per la cittadinanza e di ricevere anche dei feedback.

Roma Capitale è risultata vincitrice per le misure intraprese per favorire lo sviluppo in chiave smart tra cui l’unificazione delle diverse reti Wi-fi pubbliche presenti a Roma, che consentirà a romani e turisti di usufruire di un'estesa rete di collegamento internet Wi-fi; e ancora, il progetto VoIP e il Progetto TETRA per la sicurezza, con una nuova rete di radiocomunicazione per la Polizia Municipale e la Protezione Civile di Roma Capitale.

Asl di Viterbo ha ricevuto il premio  per il progetto realizzato in collaborazione con Vodafone “Rete integrata territorio, ospedali ed accreditati” – R.I.T.H.A. Tramite R.I.T.H.A., la Asl di Viterbo ha lanciato un nuovo modello di presa in carico del paziente per integrare in un'unica rete organizzativa le risorse sanitarie locali. Se in precedenza l’ente doveva gestire tante realtà distinte l’una dall’altra che non comunicavano, e tante strutture diverse dislocate su un territorio esteso in cui i cittadini non riuscivano a venire a capo dei loro problemi di salute, ora grazie al nuovo progetto si è attuata una riorganizzazione capillare del sistema di assistenza sanitaria per il cittadino a favore di un percorso che mette in primo piano i bisogni del malato.

Comuni di Torriu di Quartesolo e Carmignano di Brenta (PD) - I due comuni hanno messo a disposizione dei cittadini un’applicazione innovativa basata sui sistemi informativi geografici Web GIS. L’applicazione si presenta come una mappa interattiva del territorio comunale, completamente navigabile tramite il software Google Earth. Utilizzando questo innovativo strumento informatico è possibile, sfruttando la rete internet, acquisire specifiche conoscenze ed informazioni riguardo ai possibili interventi di efficientamento energetico della propria abitazione, con il conseguimento di importanti risultati sia in termini di risparmio energetico e quindi economico, sia in termini di diffusione delle fonti rinnovabili.

Istituto di Bio Robotica – Scuola Superiore S. Anna di Pisa - Il progetto ha previsto l’introduzione  in collaborazione con l’associazione “Neurocare” di Pisa  di tre robot umanoidi DORO, CORO  E ORO, all’interno di un gruppo di persone anziane residenti a Peccioli. Nella fase di test  è stato possibile riscontrare un particolare entusiasmo verso i nuovi arrivati che sono stati subito incaricati della gestione delle attività quotidiane domestiche meno piacevoli.

Comune di Crema (CR) – Progetto Digit Smart - Il Comune di Crema, insieme al il Comune di Cremona, il Comune di Casalmaggiore, la Provincia e il Tribunale di Cremona, la Camera di Commercio, in partnership con il Dipartimento di Informatica del Polo didattico di Crema dell’Università degli Studi di Milano, hanno realizzato il progetto Digit Smart, con l’obiettivo di favorire l’accessibilità virtuale al Tribunale e ai processi. Il progetto contribuisce ad abbreviare i tempi della giustizia, allungati spesso da richieste di rinvio delle udienze, motivate dall’impossibilità per avvocati, testimoni e consulenti di essere presenti per problemi logistici

Comune di Pisa - Progetto PisaMo - Il comune di Pisa ha digitalizzato tutti gli aspetti di gestione e controllo della mobilità cittadina, dei parcheggi e dei relativi permessi centralizzando tutte le attività operative su una piattaforma unica. Il progetto ha  portato ad un miglioramento complessivo di tutti i processi di gestione e a benefici tangibili per i cittadini e per l’ambiente in cui vivono e lavorano, tra cui riduzione del 60% delle code agli sportelli, diminuzione del traffico e aumento della qualità dell’aria.

Comune di Lumezzane (BS) - Il comune di Lumezzane, a seguito della pubblicazione da parte della Regione Lombardia del bando “Per la progettazione e la realizzazione di interventi per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici o di uso pubblici”, ha intrapreso un progetto di riqualificazione di due edifici di notevole importanza per la vita sociale del comune: il municipio e la scuola media. Il comune non solo ha riqualificato gli edifici da un punto di vista energetico, di comfort ed estetico, ma ha ottenuto un risparmio sui costi di circa il 34% all’anno, per dieci anni. I benefici sono anche collettivi, perché il risparmio energetico influisce sulla qualità dell’aria e sulla riduzione delle emissioni.  Il tema del risparmio energetico è stato poi portato all’attenzione delle ragazze e dei ragazzi della scuola interessata dall’intervento, con la prospettiva di farne dei cittadini e dei consumatori più sensibili.

Camera di Commercio di Lecco – Progetto Eco Smart Land  - EcoSmartLand” è un progetto di innovazione partecipata e coinvolge in qualità di “co-creatori” le istituzioni del territorio, le eccellenze nel campo dell’innovazione e della ricerca e i partners locali.
Il progetto sfrutta Expo come un’opportunità per il sistema delle imprese e dei servizi. In questo senso, Camera di Lecco, con Lariodesk, ha implementato tavoli/laboratori di coprogettazione, allargati a una pluralità di attori e infrastrutture ICT che supporteranno lo sviluppo territoriale anche dopo il 2015.

Regione Lombardia - Regione Lombardia ha avviato un’azione sperimentale di semplificazione delle procedure attivate dagli enti pubblici per azioni di controllo merceologico presso l’aeroporto lombardo di Milano Malpensa che ha contratto i tempi di ispezione e sdoganamento delle merci fino al 50% dei valori precedentemente registrati.

Comune di Riva del Garda (TN) e Consorzio dei omuni Trentini - Il Comune di Riva del Garda, grazie anche all’ausilio e al coordinamento del Consorzio dei Comuni Trentini, è da tempo attivo nello sviluppo di nuove tecnologie nate per promuovere il territorio, comunicare tempestivamente con cittadini e turisti e avere cognizione immediata di una lunga serie di problemi (da improvvisi blocchi della viabilità, agli accumuli illegali di spazzatura, all’abbandono di mezzi sui lati delle strade, ecc.) grazie alla collaborazione stessa dei cittadini.

Comune di Salerno - Il Comune di Salerno ha adottato il sistema di Cooperazione Applicativa Catasto Comuni (Scacco). Il progetto ha previsto la realizzazione di un Datawarehouse, DWH SCACCO, con il compito di collezionare i dati provenienti dai diversi Sistemi Informativi Comunali, integrarli con altre basi di dati esterne ai sistemi operazionali e interagire attraverso la cooperazione applicativa con il Sistema Informativo Catastale Nazionale, per aggiornare in maniera biunivoca le basi di dati degli enti e fornire gli aggiornamenti all'Agenzia del Territorio. Il sistema Scacco è stato implementato da un’aggregazione di Enti (Comuni, Province e CST) di cui il Comune di Salerno rappresenta l’Ente Capofila.

Comune di Viadana (MN) - Il Comune di Viadana, grazie soprattutto alla forte spinta da parte dei propri policy maker, ha introdotto diversi strumenti di egovernment e di open government, individuandoli tra le migliori soluzioni realizzate da altri enti locali, oppure acquisibili gratuitamente, perché open source, sul web. Per conoscerle e sceglierle ha utilizzato il catalogo del riuso dell’AgID, oltre a tutte le informazioni messe direttamente a disposizione dei cedenti sui vari siti web di progetto.

Consorzio Zai Verona e Regione Umbria - Il Consorzio ZAI di Verona è un ente pubblico economico caratterizzato da un’elevata capacità di sviluppo e di programmazione dell’immobiliare logistico.  Per affermare i suoi primati il Consorzio ha sviluppato, nell’ambito dell’immobiliare logistica, buone pratiche e procedure oggetto dell’azione di riuso promossa mediante il progetto AGIRE PON. Le azioni, le procedure, le metodologie gestionali e le buone pratiche sviluppate dal Consorzio hanno infatti permesso all’Interporto di Verona di diventare una infrastruttura protagonista dei traffici intercontinentali, portandolo al primo posto in Europa in una valutazione che ha preso in considerazione elementi quantitativi, come il traffico in termini di numero di operatori insediati e di elementi qualitativi, come i servizi offerti e la dotazione tecnologica dell’area.

Regione Sardagna- La Regione Sardegna ha realizzato un sistema telematico di gestione di tutti i procedimenti amministrativi per l’avvio e lo sviluppo d’impresa di competenza degli Sportelli Unici per le Attività Produttive, denominato Sardegna Suap. Il Sistema è stato concesso in riuso alla Regione Calabria e si è confermato perfettamente flessibile e adattabile al diverso contesto normativo e amministrativo.

Regione Toscana - La Regione Toscana ha realizzato  la soluzione a riuso Anagrafe Regionale Edilizia Scolastica. Il progetto, a cui hanno collaborato la Struttura Infrastrutture e Tecnologie per lo Sviluppo della Società dell'Informazione e il Settore Istruzione ed Educazione, prende le mosse dalla necessità di adempiere alla legge 23/96 che richiede il censimento degli edifici scolastici a livello regionale. l portale realizzato da Regione Toscana, invece, mette a disposizione dei soggetti abilitati, Comuni, Scuole, Province, Osservatori Scolastici Provinciali, Uffici Scolastici Provinciali, Ufficio Scolastico Regionale e la stessa Regione, alcuni servizi quali la reportistica dei dati di anagrafe degli edifici scolastici, le planimetrie in autocad di ciascun edificio, le planimetrie e le destinazioni d’uso dei locali e la georeferenziazione degli edifici.