Da poco Gartner ha rilasciato il proprio quadrante magico riferito ai fornitori di soluzioni di backup & restore, dal quale è possibile ricavare qualche utile indicazione per orientarsi in eventuali scelte d’acquisto.

L’analista ha posizionato tredici specialisti, decretando la leadership per Veeam, seguita da Commvault, Veritas, Rubrik, Dell Technologies e Cohesity, tutte aziende collocate nel segmento dei leader. Uno dei nomi citati, Zerto (undicesimo posto) nel frattempo è stata acquisita da Hpe, che dunque di fatto prende il suo posto nella graduatoria.

Nel determinare il posizionamento dei player, Gartner ha preso in considerazione sia chi offre appliance e relativi servizi gestiti sia chi propone soluzioni software-based. Quattro sono le categorie di capacità necessarie per entrare nel quadrante: creazione di una copia localizzata nello stesso luogo fisico dell’ambiente di produzione (per un rapido recupero); backup & restore on-site di sistemi operativi, applicazioni, file e database; assegnazione di strategie di backup e retention; notifica dei risultati dei task. Inoltre, sono state prese in considerazione altre caratteristiche come la duplicazione di ogni backup in un data center secondario o in cloud pubblico, la distribuzione in cloud dei dati e la protezione delle infrastrutture e dei siti remoti.

Oltre alle aziende citate, fanno parte del quadrante magico anche Ibm, Arcserve, Druva, Acronis, Unitrends e Micro Focus. Tutte soddisfano alcuni criteri di base individuati da Gartner, ovvero un giro d’affari generato solo dalle soluzioni di backup & restore (senza servizi d’integrazione), aver realizzato in un anno almeno 50 milioni di dollari dalle vendite di licenze e manutenzione oppure 25 milion di dollari da sottoscrizioni o ancora da licenze, ma con una crescita minima del 20%.

Fra gli elementi evidenziati, troviamo una certa convergenza, sul fronte dei database, verso gli sviluppi NoSql. Alcuni fornitori hanno optato per uno sviluppo interno (Commvault, Dell, Veritas), mentre altri ci sono arrivati tramite acquisizioni (Rubrik, Cohesity). Un altro ambito di sviluppo riguarda il backup delle principali applicazioni SaaS. Gartner rileva come sia piuttosto avanzato in ambito Office 365, molto meno per Google Workspace e Salesforce.

Una certa vicinanza delle offerte si registra per quanto riguarda le capacità di gestione centralizzata, il backup nel cloud pubblico (soprattutto Aws S3 e Azure), il ripristino istantaneo di macchine virtuali e database, la protezione dai ransomware e la protezione dei container.